Le casette per farfalle funzionano davvero?

Qualche tempo fa su uno scaffale ho trovato un oggetto in legno molto particolare, inconfondibile per via dei classici fori stretti e allungati orientati in senso verticale. Si tratta di un oggetto noto agli anglosassoni come Butterfly Box, letteralmente scatola per farfalle. In Italia tale oggetto è conosciuto come casetta per farfalle, o addirittura nido per farfalle.
Casetta delle farfalle di Verdemax.
La casetta per farfalle è una variante specifica del ben più noto hotel per insetti; un tipo di casetta composta da varie sezioni riempite con pezzetti di legno e sezioni di canna di bambù. Devo dire che non ho mai sentito l’esigenza di acquistarne una poiché ho sempre dubitato della sua reale efficacia, almeno per la reale utilità nei confronti delle specie di lepidotteri svernanti.

Attualmente non ho alcuna notizia che possa provare il fatto che le farfalle usino le casette per svernare. In tal senso uno studio condotto dalla Pennsylvania State University svolto tra il 1995 e il 1997, con il monitoraggio effettuato su 40 casette poste in zone dove vi è una provata abbondanza di individui svernanti, ha dato risultati abbastanza deludenti. Sono stati trovati nidi di vespe e ragnatele di ragno, ma di farfalle neppure l’ombra. Comunque, volendo restare in tema Lepidotteri, sono state rinvenute alcune pupe di Lymantria dispar, una bestiola assai dannosa alle colture da orto (Johnson V. 2018).

 

Le casetta per farfalle, seppur sia certamente utile per svariati artropodi, va considerata più che altro come un oggetto da collezione, o di abbellimento estetico per il giardino.

Casetta per farfalle della Wildlife Garden.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *