Bombyx mori (Linnaeus, 1758) Baco da seta
Classificazione:superfamiglia Bombycoidea, famiglia Bombycidae, sottofamiglia Bombycinae.

Esemplari

Da figurare.

Identificazione

Apertura alare:maschi 40-50 mm, femmine 40-50 mm.

Descrizione:
Variabilità:
Specie simili:

Distribuzione:la specie è originaria della Cina. Nel corso di migliaia di anni di allevamento e di selezione questa ha perso la capacità di sopravvivere nel proprio ambiente naturale e attualmente sopravvive soltanto in contesti di allevamento. In Italia, così come nel resto del Mondo, tale specie non è più osservabile in natura.

Habitat:

Trieste (TS), Friuli-Venezia Giulia Gorizia (GO), Friuli-Venezia Giulia Udine (UD), Friuli-Venezia Giulia Pordenone (PN), Friuli-Venezia Giulia Belluno (BL), Veneto Treviso (TV), Veneto Venezia (VE), Veneto Padova (PD), Veneto Vicenza (VI), Veneto Verona (VR), Veneto Rovigo (RO), Veneto Bolzano (BZ), Trentino-Alto Adige Trento (TN), Trentino-Alto Adige Sondrio (SO), Lombardia Brescia (BS), Lombardia Bergamo (BG), Lombardia Lecco (LC), Lombardia Como (CO), Lombardia Varese (VA), Lombardia Monza e Brianza (MB), Lombardia Milano (MI), Lombardia Pavia (PV), Lombardia Lodi (LO), Lombardia Cremona (CR), Lombardia Mantova (MN), Lombardia Aosta (AO), Valle d'Aosta Verbano-Cusio-Ossola (VB), Piemonte Novara (NO), Piemonte Vercelli (VC), Piemonte Biella (BI), Piemonte Torino (TO), Piemonte Cuneo (CN), Piemonte Asti (AT), Piemonte Alessandria (AL), Piemonte Imperia (IM), Liguria Savona (SV), Liguria Genova (GE), Liguria La Spezia (SP), Liguria Piacenza (PC), Emilia-Romagna Parma (PR), Emilia-Romagna Reggio Emilia (RE), Emilia-Romagna Modena (MO), Emilia-Romagna Bologna (BO), Emilia-Romagna Ferrara (FE), Emilia-Romagna Ravenna (RA), Emilia-Romagna Forlì-Cesena (FC), Emilia-Romagna Rimini (RN), Emilia-Romagna Massa-Carrara (MS), Toscana Lucca (LU), Toscana Pistoia (PT), Toscana Prato (PO), Toscana Firenze (FI), Toscana Arezzo (AR), Toscana Siena (SI), Toscana Pisa (PI), Toscana Livorno (LI), Toscana Grosseto (GR), Toscana Perugia (PG), Umbria Terni (TR), Umbria Pesaro e Urbino (PU), Marche Ancona (AN), Marche Macerata (MC), Marche Fermo (FM), Marche Ascoli Piceno (AP), Marche L'Aquila (AQ), Abruzzo Teramo (TE), Abruzzo Pescara (PE), Abruzzo Chieti (CH), Abruzzo Rieti (RI), Lazio Viterbo (VT), Lazio Roma (RM), Lazio Latina (LT), Lazio Frosinone (FR), Lazio Isernia (IS), Molise Campobasso (CB), Molise Caserta (CE), Campania Benevento (BN), Campania Avellino (AV), Campania Napoli (NA), Campania Salerno (SA), Campania Foggia (FG), Puglia Barletta-Andria-Trani (BT), Puglia Bari (BA), Puglia Taranto (TA), Puglia Brindisi (BR), Puglia Lecce (LE), Puglia Potenza (PZ), Basilicata Matera (MT), Basilicata Cosenza (CS), Calabria Crotone (KR), Calabria Catanzaro (CZ), Calabria Vibo Valentia (VV), Calabria Reggio Calabria (RC), Calabria Messina (ME), Sicilia Palermo (PA), Sicilia Trapani (TP), Sicilia Agrigento (AG), Sicilia Caltanissetta (CL), Sicilia Enna (EN), Sicilia Catania (CT), Sicilia Siracusa (SR), Sicilia Ragusa (RG), Sicilia Sassari (SS), Sardegna Nuoro (NU), Sardegna Oristano (OR), Sardegna Sud Sardegna (SU), Sardegna Cagliari (CA), Sardegna
     Dati precisi
     Citazione generica
     Assente, no dati
Adulto
Crisalide

Da figurare.

Bruco

Da figurare.

Uovo
Caratteristiche ecologiche

Periodo di volo:

Generazioni:

Svernamento:

Ciclo vitale:

Abitudini alimentari
Adulto:presenta un apparato boccale atrofizzato in entrambi i sessi, per cui questi sopravvivono grazie alle scorte di grasso accumulate durante la fase larvale.

Bruco:diverse specie gelso tra cui Morus alba e M. nigra.

Nomenclatura
Nomi comuni:Baco (1996), Baco da seta (1826-2000), Bigatto (1833), Bombice (1988), Bombice da seta (1833), Bombice del gelso (1833-1988), Bombice setifero (1826), Falena del baco da seta (1826), Falena del gelso (1826), Falena del morone (1826), Filugello (1833-1969), Sericaria del gelso (1865). DE: Maulbeer-Seidenspinner, EN: Domestic Silkmoth, FR: Bombyx du mûrier.

Sinonimi:

Etimologia:
Tassonomia:

Riferimenti

Da aggiungere.